La birra di Natale Italiana: i consigli per le feste

La stagione invernale e, in particolare modo il Natale, porta nelle tavole degli italiani prodotti stagionali che compongono i piatti della tradizione, ricchi di gusto e che riscaldano dalle fredde temperature della stagione.
Accanto alla prelibata offerta culinaria, il mondo della birra completa l’offerta con le famose Birre di Natale. Originarie del nord Europa (in cui troviamo il Belgio al primo posto) e prodotte da oltre 200 anni, queste particolari birre sfatano il mito che l’estate sia l’unico momento di consumo e permettono così di essere apprezzate anche nella stagione più fredda.

Le Kerstbier, per usare il termine belga che le identifica, non hanno regole e ricette precise ma la tradizione prevede che siano birre ad alta fermentazione, piuttosto alcoliche con una gradazione che non scende al di sotto dei 7-8 gradi.
Con un colore dall’ambrato al bruno sono corpose e complesse, dal gusto speziato con note di frutta secca e candita, e dai sentori leggermente dolci. Queste caratteristiche rendono le birre di Natale adatte a pietanze articolate/elaborate come suggerisce la tradizione nordica con carni di cervo o capriolo accompagnate dalle classiche confetture e salse agrodolci. Ma anche formaggi stagionati e aromatici come il gorgonzola, e i tipici dolci delle festività. Anche il Belpaese vede crescere l’interesse e l’offerta delle birre di Natale, birrifici e microbirrifici e la loro proposta nostrana per il periodo delle feste. Ecco alcune proposte tra quelle italiane…

Noel

Turbacci
La Noel del Birrificio Turbacci è una delle primissime birre artigianali dello stile prodotte in Italia: ispiratosi alle tradizionali Kerst natalizie del nord Europa, il Birraio Giovanni Turbacci inizia a produrla agli inizi del 2000.
Dal colore rosso rubino sprigiona profumi floreali, note di buccia d’arancia e coriandolo. Nel palato spicca l’agrumato accompagnato da una leggera nota etilica che scalda la bevuta. Ottima in abbinamento a dolci natalizi, carni rosse e frutta secca.

Birra di Natale

Menabrea
Per il quarto anno consecutivo torna il Bottiglione Menabrea di Natale da 2 litri in Limited Edition dedicato alla storia della birra, raccontata dalle figurine da collezione Liebig, marchio concesso in licenza al Gruppo Colussi dal 1999. Il bottiglione in vetro scuro firmato Menabrea – Liebig, oggetto molto ambito dai collezionisti di tutto il mondo, quest’anno ha come protagonista la figurina n. 4 (Birreria del 17° secolo) della celebre serie relativa alla storia della birra.

25DODICI

Birra del Borgo
Come da tradizione brassicola belga anche Birra del Borgo si cimenta nella produzione di una birra di Natale.
Speziata con uvetta e scorze d’arancia, al naso rivela note calde ed avvolgenti, sentori di frutta secca, agrumi ed un leggero mielato.
In bocca i sentori iniziali di caramello e miele di castagno lasciano subito il posto al fruttato di ciliegia e ribes con un piacevole amaro finale.
Ottima con panettone e dolci natalizi per un connubio festoso.

Birra di Natale

Forst
Da 15 anni ormai Birra Forst presenta ogni anno la sua Birra di Natale nella pregiata bottiglia da 2 litri a tiratura limitata che, grazie al suo decoro unico, rappresenta un oggetto da collezione molto amato.
L’edizione 2018 raffigura il magico ambiente della Foresta Natalizia con i Krampus e San Nicolò in occasione della festa patronale locale. Ideale come accompagnamento alle gustose pietanze tipiche di questo particolare periodo dell’anno.

Brighella Christmas Beer

Birrificio Lambrate
Al naso spiccano i profumi di zenzero e agrumi accompagnati da sentori di miele e pesca sciroppata. In bocca c’è spazio per le avvolgenti note di arancia candita, zenzero, miele e frutta secca. Il finale è dolce e non eccessivamente persistente perché piacevolmente bilanciato dal leggero amaro del luppolo. In gergo milanese, il termine Brighella è usato per definire quei bambini dall’animo vivace.


Potrebbero interessarti anche