“Ciao – il pomodoro di Napoli” e le polpette del maestro Simone Fortunato

Da 40 anni dici “Ciao – il pomodoro di Napoli” e pensi subito alla pizza. Eppure il 2019 per l’azienda di conserve campana è stato contrassegnato da una felice intuizione gastronomica: la polpetta con il sugo al pomodoro firmata dal maestro pizzaiolo Simone Fortunato.
Una gustosa sorpresa che ha stupito e reso felici gli ospiti che hanno fatto visita agli stand Ciao in diverse fiere nel mondo: da Tutto Food a Milano al Fispal a San Paolo, dal Napoli Pizza Village agli eventi di Kuala Lumpur e Shanghai.
 
“Ricordo ancora da bambino – racconta Simone Fortunato – le corse verso casa, ignorando anche i compagni che giocavano a pallone, quando sapevo che a pranzo avrei trovato le “polpane” preparate da mamma. Erano polpette al sugo, chiamate così da mio fratello che riteneva fossero troppo piene di pane raffermo. Ma quelle polpette che mamma preparava impastando carne tritata di bovino e un po’ di maiale, arricchite con formaggio, uova, pane raffermo bagnato, pepe, sale e prezzemolo erano davvero buonissime. L’impasto veniva ridotto in palline schiacciate su due lati. Poi fritte in olio extravergine d’oliva e cotte nel sugo di pomodoro. Infine servite in un pezzo di pane preparato e cotto nel forno delle pizze da papà. Che bontà! Per le occasioni speciali all’impasto venivano aggiunti anche dei pinoli e dell’uvetta.
Questo ricordo speciale della mia infanzia – conclude Fortunato – ora rivive grazie alla ricetta delle polpette al sugo che insieme a “Ciao – Il Pomodoro di Napoli” stiamo portando in tutto il mondo.”

 

Se vi è venuta voglia di assaggiare le polpette al sugo di pomodoro non vi resta che andare a trovare Simone Fortunato nella sua “Pizza Diaz” a Napoli, oppure fare un salto agli stand di “Ciao – il Pomodoro di Napoli” al Fancy Food di San Francisco o al Gulfood di Dubai.

 
Simone Fortunato Ciao il pomodoro di Napoli
Crediti Foto: Oreste Di Tota


Potrebbero interessarti anche