Iginio Massari ingolosisce i Milanesi con la sua nuova pasticceria

Iginio Massari apre a Milano. A febbraio la città meneghina non sarà più la stessa, in via Marconi, proprio in pieno centro, sorgerà la prima pasticceria milanese di Iginio Massari in una location alquanto particolare: all’interno di una banca.
 
Esattamente in una delle sedi più centrali di Intesa Sanpaolo e con laboratorio a vista su strada. La famosa Pasticceria Veneto è stata fondata nel 1971 e dal 2011 è la migliore d’Italia per la Guida Gambero Rosso Pasticceri&Pasticcerie d’Italia. Iginio Massari, fondatore e ora presidente onorario dell’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani, nonché primo membro italiano dell’associazione internazionale Relais Dessert ha sviluppato la partnership con Intesa Sanpaolo confermando come la relazione con i clienti sia fondamentale e debba essere arricchita e positivamente contaminata.
 

IGINIO MASSARI

Iginio Massari nasce a Brescia il 29 Agosto del 1942. Madre cuoca, padre direttore di una mensa, i primi ricordi lo trovano ammirare colori, forme e profumi…
A 16 anni, dopo qualche mese di lavoro in un panificio del centro città, accoglie la pulsione della conoscenza e rivolge lo sguardo alla vicina Svizzera, nei cantoni francesi della quale, in quattro anni, acquisisce la prima esperienza di pasticceria e cioccolateria. A Budrye gode del privilegio della umanità e sapienza del maestro Claude Gerber. Ivi terminato il primo percorso di formazione, che pure lo vedeva già’ allora richiesto da più parti per la immutata dedizione e competenza, faceva ritorno in Italia. E’ di allora l’episodio di un serissimo incidente stradale. La forzata immobilità non frenava l’attivismo personale e neppure quello del Signor Barzetti, noto industriale alimentare, il quale, pur di aver Massari al proprio seguito, lo mandava a prendere dal fratello Luigi ogni giorno. Da Bauli, poi, consolidava le proprie conoscenze in paste lievitate.
Tornava a Brescia, quale responsabile e capopasticcere dei Fratelli Cervi e di seguito maturava due anni in Star come dirigente tecnico del settore artigianale e industriale dal 1969 al 1971. Nello stesso anno, per volere della moglie, apre la Pasticceria Veneto. Tanto amato quanto temuto, ne è universalmente riconosciuto il superiore talento abbinato ad una ferrea disciplina professionale e umana dedizione che lo rendono apprezzato ancor di più per l’eterogenea cultura ed onestà. Vincitore, dal 1964, di oltre 300 concorsi, premi e riconoscimenti nazionali e internazionali.
 

 

 
fonte: il Giorno