Superfood. Tu li conosci i supercibi della nonna?

Il 25%, ossia un italiano su quattro, ha acquistato durante l’anno i ‘superfood’, i prodotti alimentari con proprietà salutistiche. Questo dato emerge dall’indagine Coldiretti/Ixe’ presentata in occasione dell’incontro su “Le vacanze tra cibo e cultura con i superfood della nonna” nell’anno dedicato dall’Onu al turismo sostenibile. Si evince che l’Italia può offrire una valida alternativa ai numerosi prodotti esotici con i “supercibi della nonna”: tutti quei prodotti che sono stati salvati dal rischio estinzione dagli agricoltori.
 
carote viola polignanoInfatti, come spiega la Coldiretti, esistono ben 40mila aziende agricole impegnate nel custodire semi o piante a rischio di estinzione. E quali sono questi supercibi della nonna? Le carote viola di Polignano, per esempio, un vero e proprio elisir di lunga vita.grazie alle elevate quantità di polifenoli, flavonoidi e antocianine dal potere antiossidante. Dalla Lombardia arriva il mais corvino dal colore nero-violaceo, senza glutine e quindi adatto ai celiaci e ricco di antocianine antiossidanti. E ancora la patata turchesa in Abruzzo che possiede proprietà antitumorali e contro l’invecchiamento, sa pompia recuperato in Sardegna e consiste in una sorta di cedro dalla buccia spessa e ruvida dal quale si ricavano oli essenziali che curano tosse e raffreddore e aiutano l’intestino.
 
fonte: ansa.it


Potrebbero interessarti anche