Dolce e Salato: un abbinamento perfetto

Antonio Sorrentino Executive Chef

Antonio Sorrentino Executive Chef

linguine datterini e colatura di alici chef Sorrentino

Dolce: Datterino Giallo

In principio tutti i pomodori erano di questo colore, come ricorda il nome “pomo d’oro”. Oggi, al contrario, le varietà gialle sono considerate una rarità, una specialità gourmet da utilizzare non nella quotidianità ma in ricette d’autore.

La fama di questo straordinario frutto della terra non è certo un mistero. ll datterino giallo è ormai considerato un Vip nella grande famiglia dei pomodori. Dolcissimo, ricco di antiossidanti e squisito anche senza condimento. C’è da dire, inoltre, che nella versione dorata manca il licopene, sostanza naturale presente in percentuale maggiore nei pomodori a buccia rossa che tanto fa bene all’organismo umano.

datterino gialloSe il pomodoro bronzeo sta diventando famoso per i suoi benefici, insomma, il datterino giallo deve gran parte della sua fama soprattutto a caratteristiche quali la dolcezza, il sapore e la versatilità. Quanto all’utilizzo in cucina sono squisiti anche crudi, ma la totale mancanza di acidità li rendono ideali per ricette a base di pesce e frutti di mare. Il datterino giallo è un prezioso alleato in moltissimi piatti con sapori in contrapposizione, infatti, in questo caso, lo bilanciamo con un prodotto salatissimo come la colatura.

Salato: La Colatura di Alici

La colatura di alici è una salsa dalle origini antichissime, tanto che viene citata addirittura dal filosofo Plinio. Si tratta, infatti, di una salsa tipica campana, più nello specifico della città di Cetara, situata nella Costiera Amalfitana.

Come lascia intuire il suo stesso nome, la colatura di alici è una sorta di salsa liquida trasparente, dal colore giallo-ambrato e brillante, ottenuta lasciando maturare le alici in una soluzione composta da sale ed acqua. Più nello specifico, la si può definire come una sorta di “precipitato” di alici, che, per via del suo sapore forte e salato, viene utilizzata a gocce per dare più sapore ai propri piatti. La colatura di alici non solo è particolarmente saporita, ma è anche ricca di benefici per il nostro organismo, in quanto ricca di sostanze nutritive come sali minerali, aminoacidi e vitamina A.

La ricetta: Spaghetti datterini gialli e colatura di alici con olive nere, capperi, limone e taralli alle mandorle

linguine datterini e colatura di alici veduta frontale

 
Ingredienti per 4 persone
▪ 400 g Spaghetti Gragnano
▪ 4 cucchiai di colatura tradizionale di alici di Cetara Delfino
▪ 580 g datterino giallo Così Com’è
▪ 150 g olio evo
▪ capperi di Salina
▪ olive nere di Gaeta q.b.
▪ 1 limone di Sorrento
▪ 4 taralli alle mandorle
▪ 1 spicchio d’aglio
▪ Prezzemolo
 
Procedimento
Dissalare i capperi e snocciolare le olive nere. Nel frattempo in una pentola bollire dell’acqua abbondante, salare leggermente prima e subito dopo aver calato gli spaghetti. Mentre la pasta è in cottura preparare il condimento: in una larga padella soffriggere leggermente con l’olio, l’aglio in camicia schiacciato poi aggiungere i datterini tagliati a metà. Scolare gli spaghetti al dente e ancora grondanti, versare tutto in padella con i datterini, mantecare brevemente facendo tirare l’acqua in eccesso e aggiungendo prima olive e capperi e, per ultima, fuori dal fuoco la colatura, la grattugiata di scorza di limone e una generosa manciata di taralli sbriciolati. Impiattare velocemente con un mestolo facendo dei nidi e decorare con tarallo sbriciolato e prezzemolo.
 

Sei appassionato di primi? anche noi di Ristorazione Italiana, infatti gli abbiamo dedicato un’intera sezione su “Ricette”. Intanto ti consigliamo questo spaghetto formidabile dello chef Cannavacciuolo.


Potrebbero interessarti anche