La Street Art arriva in tavola

Un risotto ispirato alle forme geometriche tipiche delle opere di Joys e il nuovo Ink Burger 2019: lo chef Luca Martin de “Il Desco” firma due piatti dedicati alla prima Biennale di Street Art che si è tenuta dal 6 al 16 giugno tra Abano Terme e Padova.

La creatività è il motore che alimenta qualsiasi grande espressione artistica e culinaria. È da questa convinzione che è partito Luca Martin, giovane chef de Il Desco di Padova, per sviluppare il concept dei due nuovi piatti dedicati alla Street Art.

Si tratta di un Risotto alla clorofilla di prezzemolo con gamberi freschi dell’Adriatico e del nuovo Ink Burger 2019, che sono stati presentati martedì 18 giugno in occasione dell’evento di chiusura di Super Walls 2019, il primo festival sostenibile interamente outdoor dedicato alla Street Art, che ha coinvolto 12 artisti italiani e 4 artisti francesi, all’opera su 20 muri di grandi dimensioni.

L’idea alla base dei piatti

Le due pietanze preparate si contraddistinguono per il particolare studio artistico eseguito dallo Chef Martin: per decorare il risotto (a base di riso vicentino, il Grumolo delle Abadesse presidio Slow Food) si è utilizzata una speciale mascherina in silicone che ricalca le forme della razionalità geometrica tipica delle opere dello street artist padovano Joys, apprezzato a livello internazionale per la sua personale interpretazione del lettering.

Risotto alla clorofilla di gamberi e prezzemolo

A donare una farcitura cromaticamente ricercata all’Ink Burger è, invece, una Rosa di Radicchio di Chioggia IGP alla julienne, accompagnata da cipolla caramellata e fromages de chèvres.

In entrambe le proposte spicca un tocco di colorante alimentare azzurro: è l’omaggio alla nuance utilizzata da Joys per l’opera eseguita sulla facciata della sede di InfoCamere in Zona Industriale a Padova.

Ink burger street food

La filosofia dello chef

Dopo esperienze in ristoranti importanti in Italia e all’estero, Luca Martin oggi è lo chef di cucina del Il Desco. “La mia filosofia di cucina è orientata alla ricerca e riscoperta della tradizione veneta. Cucinare per me è sentire il richiamo dei luoghi del nostro territorio: il profumo del mare, delle montagne, delle campagne, di casa – spiega lo chef Martin, che con il suo team prepara menu utilizzando per lo più prodotti locali e di stagione, in chiave moderna e creativa, sana e naturale, all’insegna del gusto e della raffinatezza.

Ve lo ricordate il gelato dedicato a Banksy nel 2018? se la risposta è no, cliccate qui.


Potrebbero interessarti anche