Allergeni non segnalati nelle etichette dei prodotti? Ecco le nuove norme e sanzioni

La Gazzetta Ufficiale, in data 8 febbraio 2018, ha pubblicato il nuovo D.Lgs. n. 231/2017 che riporta le nuove disposizioni applicative e le sanzioni relative al Reg. UE n. 1169/2011 in materia di etichettatura degli alimenti e allergeni, normative che entreranno in vigore dal 9 maggio 2018.
 
L’aspetto degli allergeni, è molto delicato quanto fondamentale per la salute del consumatore dato che la mancata o errata indicazione in etichetta di sostanze causanti allergie, può comportare rischi anche piuttosto elevati per il consumatore.
 
A livello pratico le disposizioni impongono:
 
• l’obbligo di detenere una documentazione scritta, facilmente consultabile dai consumatori e dalle autorità di controllo, in cui devono essere indicati gli allergeni dei prodotti presenti sul menù;
 
• per l’omessa indicazione degli allergeni la sanzione varia dai 3.000 ai 24.000 euro e per l’indicazione non conforme alla normativa vigente la pena va da 1.000 a 8.000 euro.
Le microimprese hanno la possibilità di ridurre la sanzione pecuniaria fino ad un terzo;
 
• l’obbligo di indicazione degli allergeni deve avvenire in riferimento al singolo prodotto con le specifiche sugli allergeni di ogni ingrediente per i prodotti di gastronomia, gelateria, pasticceria e panetteria.
 
• l’indicazione di decongelato sui prodotti con applicazione delle deroghe previste.
 

Per avere maggiorni informazioni rivolgersi alla Fipe territoriale.
Per l’elenco delle Fipe presenti sul territorio visitare la pagina www.fipe.it
 
Leggi anche l’articolo “Allergeni, cosa bisogna indicare
 
Fipe AllergeniCredits Photo1: Idella Maeland
Credits Photos2: Gregoire Jeanneau


Potrebbero interessarti anche