Matrimonio Made in Italy: come gestirlo e cosa offrire

Di Marilena Gizzi

Il borgo come location del matrimonio Made in Italy

Ottomila chilometri di costa. Dolci colline impreziosite da vigneti e casolari. Suggestive vette di montagne e storici laghi. Sono queste le caratteristiche che rendono il territorio italiano una meta ambita del turismo internazionale.
 
Ed oggi, più che mai, una destinazione esclusiva per chi vuole convolare a nozze. Si aggiunge la storia che si respira nei nostri borghi. La forza evocativa del tempo passato e soprattutto l’impagabile occasione di poter svolgere il tutto tra le mura di un centro storico. Per indicarci quanto questa soluzione, quella del borgo, stia diventando la più ricercata per un matrimonio emergente.
 

Il Destination Wedding Italy

Questo è vero per chi conosce già il nostro paese, quindi per quelle coppie italiane che vivono all’estero. Ma negli ultimi anni il fenomeno sta sensibilmente coinvolgendo anche le coppie “straniere”.
 
Si sta affermando il fenomeno del Destination Wedding Italy. Autentica promozione turistica che punta a portare i matrimoni tra stranieri nella nostra Italia.
È chiaro che l’organizzazione di un Destination Wedding richiede capacità organizzative più ampie.
 
L’obiettivo è di far vivere agli sposi ed ai loro ospiti la completezza dell’esperienza italiana. In una sorta di “turismo enogastronomico” che risalti suggestioni, bellezze e specialità del nostro territorio. Ingredienti che rendono unica la nostra terra, dove la manualità e l’artigianalità si esprimono nella loro interezza.  
matrimonio made in italy
 

Il Made in Italy

L’olio ed il vino delle nostre colline, i grani duri che rendono le nostre paste famose nel mondo, le specialità che cambiano in ogni territorio, un’offerta infinita ma nello stesso tempo “unica”, difficilmente ripetibile altrove. Gli stranieri ricercano questo nella loro esperienza italiana.
 
Ed i menù vengono composti dando risalto a queste esigenze. Mettendo al centro la qualità e la soddisfazione di un pubblico sempre più ampio, ma non per questo meno esigente. E se a queste peculiarità uniamo il valore aggiunto del servizio e dell’organizzazione, che nelle valutazioni degli stranieri è un elemento imprescindibile, l’esperienza italiana ha tutte le carte in regola per diventare una scelta d’eccellenza.
 

 
I nostri connazionali che vivono all’estero, come gli stranieri, riscoprono i tratti dell’italianità all’interno di un matrimonio. Ed hanno l’obiettivo di coinvolgere tutti gli ospiti, italiani o stranieri che siano, in una bolla speciale ed unica.
 
Una sorta di tuffo nell’italianità, che non si esaurisce nel giorno delle nozze, ma vuole proseguire ancora per altri giorni. In una piccola esperienza tutta italiana, alla ricerca delle nostre bellezze, dei nostri profumi, dei nostri sapori. Una mini vacanza che inizia qualche giorno prima con feste di benvenuto. E che spesso prosegue nei giorni seguenti il matrimonio con tour esperienziali.
 
Le spaghettate di mezzanotte, la buona pizza, i fritti e tutti i sapori della genuinità. La vera tradizione della cucina regionale, le torte delle nostre nonne, il nostro Tiramisù! Li chiamo “I sapori della memoria”, ed esaltare certe delizie durante il matrimonio, attraverso angoli allestiti seguendo il tema della tradizione, diventa per me un momento di grande creatività.
 
Per chi vive la nostalgia italiana all’estero, ritrovare certi forti richiami, diventa motivo di orgoglio, soprattutto nei confronti degli ospiti stranieri! Ti sei perso le precedenti puntate sul Matrimonio Made in Italy? Niente paura! Per altri articoli sul matrimonio Made in Italy, clicca qui.
 

 
Crediti foto: Marco Dell’Orso