Bao, i panini cinesi che fanno impazzire il mondo intero

bao

Quando in Cina si pensa allo street food si pensa al bao (o baozi): si tratta di un morbido (e gommoso) panino realizzato con la pasta di riso, dall’aspetto simpatico e paffuto. Originario della Cina del Nord, la ricetta del bao si è estesa in diverse varianti non solo in Asia, ma nel mondo intero. Complici i social, che hanno reso l’hashtag #bao tra i trend topic in campo food, il candido panino cinese sta spopolando anche nel nostro paese. Il segreto delle ricette a base di bao sono i suoi ripieni personalizzabili in base alla stagione e agli ingredienti a disposizione.

Gli ingredienti semplici e la sua cottura sana, al vapore, rendono il bao salutare e ipocalorico. La tradizione cinese vuole che questo piatto accompagni la colazione e il tè, anche se oggi lo si gusta ad ogni ora del giorno. In Italia la sua diffusione è sempre più grande, con tanti ristoranti o insegne divenuti celebri anche per questa deliziosa e rotonda ricetta. Solo a Milano si contano svariati locali che incentrano le proprie proposte attorno ai bao, facendone il proprio cavallo di battaglia. Pancetta, cavolo cinese e coriandolo, pollo marinato fritto e tofu, arrosto d’anatra con cipollotto… chi più ne ha ne metta!

Bao versione cartoon

Anche la casa d’animazione Pixar ha dedicato un corto ai bao, il cui titolo è, per l’appunto, Bao.

Movieplayer scrive così riguardo il cartone animato: “Il primo elemento che salta all’occhio guardando le immagini e le clip del cartoon è il raviolo cinese attorno al quale ruota la trama: la sua adorabile, appetitosa rotondità è quella che cattura l’attenzione e fornisce il principale appeal per il pubblico più giovane. Ma è solo apparenza, soltanto il livello più superficiale di una storia la cui vera protagonista è la madre cino-canadese che vi si dedica in modo viscerale e morboso, che lo accudisce e cresce fino a quando l’età non porta il piccolo a volere più spazio e libertà, conducendo a un finale che non vi anticipiamo e che può spiazzare lo spettatore”.
 
Di seguito potete vedere il trailer del cortometraggio animato Pixar:


Potrebbero interessarti anche